IL POPOLO DI DIO

Ogni cosa ha una propria dipendenza a cui donare se stessa. L’uomo viene riconosciuto da Dio quale SUO POPOLO nella moltitudine dello stesso. E’ Dio che lo riconosce SUO e pertanto lo sottopone alla SUA SCELTA. Inizia a vivere e manifestare la Divina Scelta facendo cambiare nome e identità di appartenenza al vecchio “Adamo”. Da creatura lo eleva a figlio e gli offre ogni cosa in suo possesso, iniziando con il riconoscerlo, legittimandolo.

Mediante il Potente Nome del Figlio, Dio, nel Padre si compiace di sottomettere a Gesù ogni cosa affinché in tale sottomissione l’uomo potesse ottenere tutto ciò a cui era stato sottomesso: cioè la Figliolanza per mezzo di Gesù UNICO figlio di Dio. E’ per il Figlio che ogni uomo a Lui sottoposto ottiene la nuova identità e il nome nuovo che lo identifica appartenente a Gesù e, pertanto, coerede in Lui, ereditando così anche il Padre quale Unico ed eterno Padre.

Lo Spirito, che dal Padre procede al Figlio, giunge all’uomo che viene RI-generato e, dallo stesso Spirito, il suono che si eleva dalla polvere rinata è quello di chiamare Dio: Padre!

E’ il Padre che risponderà figlio proprio come fece con Gesù sulle rive del Giordano. Nei figli avuti per adozione per mezzo di Gesù si compiacerà e permetterà loro di ottenere la Sapienza. E’ lo Spirito che è di Sapienza che eseguirà tale formazione. Esso ammaestrerà il nuovo uomo fornendogli ogni ricordo di Dio nella SUA RIVELAZIONE.

Aprirà loro la mente e pregherà in loro, suggerendo ciò che è gradito a Dio. Con tale Spirito si forma la NUOVA UMANITA’ che Dio riconoscerà quale SUO POPOLO, aprendogli ogni stanza ove il MISTERO si trasformerà in perfetta conoscenza. Finiscono i giorni in cui Dio celava il Suo Volto ed iniziano quelli della rivelazione di quella immagine che creò per essere fiero nella somiglianza di sé.

Egli volle il SUO POPOLO secondo il Suo amore, secondo la grandezza della SUA MISERICORDIA.

 

Disse: “CERTO, ESSI SONO IL MIO POPOLO, FIGLI CHE NON DELUDERANNO”, e fu per loro un Salvatore in tutte le angosce. Non invia un angelo per salvarli bensì Egli Stesso li ha salvati con amore e compassione; li ha riscattati per portarli fino a sé e poter godere del Suo Popolo per l’eternità.

Lascia un commento